Chi l’ha detto n.2

Elena Gramegna

Noi dobbiamo seguire la ragione che cerca la verità e non è oppressa da alcuna autorità e in alcun modo impedisce che sia pubblicamente diffuso ed esposto ciò che i filosofi assiduamente cercano e laboriosamente giungono a trovare.

La frase è di Giovanni Scoto Eriugena, da Eriu che è l’Irlanda, la sua regione nativa. Con questa affermazione vuole dichiarare l’importanza della libertà della ricerca, in quanto la ragione non ha bisogno di essere appoggiata e corroborata da nessuna autorità. Le fonti di Scoto Eriugena sono le opere di S. Agostino, le opere dei Padri della Chiesa e Pseudo-Dionigi, e la sua opera è stata molto importante per il corso della scolastica. Si pensa che la sua data di nascita sia intorno all’810 d.c., ma non si sa in che anno si recò in Francia alla corte di Carlo il Calvo, dove a Parigi fu posto a capo dell’Accademia di Palazzo. La sua attività filosofica si può dividere in 2 momenti: il primo è caratterizzato dal suo ispirarsi ai Padri della Chiesa latini; nel secondo periodo, invece, il suo pensiero è condizionato dai filosofi e dai teologi greci. Fu uomo molto colto che conosceva e traduceva il latino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...