Chi l’ha detto n.5

Elena Gramegna

“Ciò che è assolutamente è, è assolutamente conoscibile,
ciò che in nessun modo è, in nessun modo è conoscibile”


Con questa affermazione Platone risponde alla domanda su cos’è la conoscenza e descrive il criterio di validità del conoscere. Per Platone all’essere corrisponde la scienza (conoscenza certa), al non-essere l’ignoranza e al divenire, che è a metà tra l’essere e il non essere, corrisponde l’opinione,che a sua volta si trova tra scienza e ignoranza.
Nato nel 428 a.C. da una famiglia nobile, Platone da giovane pensava di dedicarsi alla vita politica ma venne deluso prima dalla signoria dei trenta tiranni e, in seguito, anche dalla democrazia che condannò a morte il suo maestro Socrate. Nonostante questo tutto il suo pensiero fu sempre rivolto al miglioramento dello stato in quanto, secondo lui, solo la filosofia può garantire una comunità umana fondata sulla giustizia. Fece molti viaggi e il più importante fu quello in Italia meridionale, dove conobbe i pitagorici. Ma è ad Atene che decise di fondare l’accademia: “comunità della libera educazione”.
Platone morì a 81 anni nel 347 a.C.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...