Frontera. 9° episodio: quello che rimane

Valente – Smedile


Perché la vita è quello che crediamo. Case vuote di speranze, un sole nero che ci guarda e un nemico impossibile da domare.

Mi tiene in pugno e si diverte. Mi posa dove vuole.

In un deserto di cemento. In alto, molto in alto, sospesa nel vuoto delle mie parti, mi sorprendo di esistere.

Ogni finestra una prigione. Mani che cercano libertà stanche di essere cercate. Eppure mi vogliono con loro, mi trascinano nei loro interni.

Mi afferrano per ogni parte del corpo che verrà sacrificata.

Mi offrono a un signore che desidera solo la mia rinuncia a vivere, a portare avanti la vita.

La mia fine è quello che rimane.

Annunci

3 thoughts on “Frontera. 9° episodio: quello che rimane

  1. dario tozzoli ha detto:

    Cari Albert & Smedi, vi mando – a caldo – le suggestioni che mi ha susciato il 9°episodio di Frontera.
    Se la fine (secondo la mia lettura) è quella dell’Anima (o comunque, un’immagine d’anima), allora ciò che rimane è l’inanimato: il fantastico regno dell’inanimato e dell’inorganico. Don Juan mette in guardia Castaneda dal pericoloso fascino esercitato dagli esseri inorganici (quando si viaggia nel mondo del Nagual).
    L’Anima che si è ritirata o che è stata soffocata, per riprendere a soffiare, fino a volare libera, deve prima sapersi intanare nell’inorganico senza spegnersi (cioè senza perdere l’elemento affettivo). Non solo, deve riflettersi nella sua eterna vita cristallina e scintillante senza lasciarsi afferrare dall’attrazione verso l’abisso infinito in cui si perdono gli infiniti mondi della materia inorganica. L’Anima, dunque, per salvarsi deve fare l’esatto contrario di quello che fa la scienza.
    Un fraterno abbraccio.
    Dario

  2. Anonimo ha detto:

    Afferrare, offrire, desiderare, sacrificarsi, cercare, sorprendere…. è tutto quello che rimane di un’ anima che si rende immortale. un abbraccio, grazie

  3. marzia ha detto:

    Afferrare, offrire, desiderare, sacrificarsi, cercare, sorprendere…. è tutto quello che rimane di un’ anima che si rende immortale. un abbraccio, grazie
    marzia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...