Sambusi 6/6

Davide Picatto e Simone Ferrarini (illustrazioni)

«Biglietto?»
Si gira. È un controllore. Tira fuori quello del treno e glielo porge.
«Questo è del treno. Voglio quello del bus, ce l’hai?»
Fa finta di non comprendere, mette nello sguardo l’aria da cane spaventato.
«Mi capisci?»

 Fa di no con la testa. Arriva un secondo controllore.
«Questo non ha il biglietto. Non credo che capisca.»
«Va bene, scendiamo con lui alla prossima.»
Ghedi non sa cosa fare. Il bus si ferma e i controllori lo invitano a scendere.
Sono in quattro adesso e lo spingono sulla pensilina. Pensa di scappare, di correre via, ma gli si chiudono intorno.
«Ce l’hai il biglietto?»
Fa di no con la testa.
«Documenti?»
Fa finta di non capire. Insistono. Fa un gesto per dire che non li ha.
«Chiama la centrale, fatti mandare qualcuno.»
Ghedi si guarda intorno, pronto a correre. Sono tutti attenti, troppo vicini. Uno dei quattro telefona. Un altro gli chiede come si chiama. Per prendere tempo comincia a parlare. Si inventa un nome, delle generalità. Annotano tutto. Poi sente una sirena e vede una macchina della polizia avvicinarsi. Sa cosa significa.
È il suo incubo da anni.

Sambusi è un racconto a puntate di Davide Picatto.
I disegni di Simone Ferrarini non sono illustrazioni al testo, ma note integrative.

PUNTATA PRECEDENTE | TUTTE LE PUNTATE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...