Il lavoro dei campi – 1

Salvatore Smedile

Non abbiamo varcato
la soglia delle disarmonie
conversiamo esultanti
padroni del tempo,
consumiamo entusiasti
le offerte della terra.
Cavoli, rape, patate,
stufato di carne fumante
per scaldarsi l’anima
essere inclini ai fraseggi.
Il silenzio dei campi
è il silenzio delle fatiche
e delle sue zolle immateriali.
Hanno cantato poemi
al limite dell’indicibile:
li abbiamo ascoltati abbarbicati
alle nostre certezze
di contadini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...