Il lavoro dei campi – 2

Salvatore Smedile

Le nostre case non tremano
non lasciano entrare i venti
che battono forte da nord.
I nostri cuori sono saldi
ascoltano le voci del mare
vigilano sui moti interiori
li assecondano
se portano benevolenze
li contrariano
se portano abbandoni.
Il simile cerca il simile
la forza cerca la forza
eppure non sempre è vivace
quello che scrivo
mentre gli altri dormono.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...